Odontoiatria

Odontoiatria infantile

L’Ortodonzia infantile è la branca dell’Odontoiatria che si occupa della posizione dei denti e delle ossa e di risolvere i problemi legati a una malocclusione per i piccoli pazienti.
Gli interventi di ortodonzia sono in grado dunque di correggere ai bambini, le posizioni dei denti che sono situati in posizioni non corrette.

L’odontoiatria infantile invece, si occupa della cura dei denti dei piccoli pazienit utilizzando le migliori e moderne apparecchiature e tecniche disponibili.
L’obiettivo è di prevenire l’insorgenza di carie e disturbi gengivali, grazie all’adozione di corrette abitudini di igiene orale e di alimentazione.

La visita dal dentista per bambini risulta fondamentale per intervenire in maniera immediata: consente allo specialista di valutare la situazione generale della bocca, di monitorare lo sviluppo cranio-facciale del bambino e di controllare il corretto cambiamento dei denti da latte.
Nel caso in cui lo specialista individui delle anomalie nella posizione dei denti, quindi una la malocclusione, interverrà spesso con interventi di ortodonzia, preceduti da un programma di prevenzione delle malattie del cavo orale (principalmente gengiviti e carie) affinché il bambino abbia un bel sorriso e una corretta masticazione.

Generalmente si procede con un intervento di ortodonzia quando, si individua nel bambino:

  • i denti storti (non posizionati correttamente);
  • le ossa della bocca (mascella e mandibola) sono troppo piccole o troppo grandi rispetto alla quantità dei denti che dovranno contenere;
  • i denti dell’arcata superiore non corrispondono perfettamente a quella inferiore;
  • uno squilibrio nella crescita delle ossa della bocca anche se apparentemente i denti sono dritti;
  • i denti sono troppo grandi o troppo piccoli.

Con il primo check-ortodontico, il dentista pediatrico raccogliere tutti i dati per la sua diagnosi: solo con la raccolta dei dati clinici, le radiografie, le foto del viso e dei denti del paziente; e in base all’età e alla problematica del bambino, sarà in grado proporre le possibili soluzioni ortodontiche e i preventivi di spesa.

Il trattamenti ortodontici, solitamente prevedono l’impiego di apparecchiature che possono essere rimovibili o fisse: purtroppo non si tratta di una libera scelta, ogni apparecchiatura interviene per una specifica problematica.

Gli apparecchi rimovibili, comunemente detti mobili, possono essere rimossi dalla bocca, in qualsiasi momento, anche dal paziente. Tali apparecchiature devono essere trattati con cura, al fine di evitare deformazioni e/o rotture.

Gli apparecchi fissi invece, sono generalmente costituiti da bande ovvero degli anellini metallici che abbracciano il dente mediante resine adesive. Queste bande consentono l’applicazione degli archi, che sono il vero motore del trattamento in quanto correggono la posizione dei denti: vengono scelti e modellati di volta in volta dall’ortodontista, a seconda della problematica del bambino.
In alcune fasi della terapia, in aggiunta all’apparecchio si potrà necessitare di alcuni strumenti, come gli elastici intraorali, da agganciare in precisi punti dell’apparecchio fisso o la trazione extra orale (il cosiddetto “baffo”) e la maschera di protrazione. Tali strumenti risultano essere indispensabili per raggiungere gli obiettivi terapeutici: non utilizzarli come prescritto dall’ortodontista non solo può impedire il raggiungimento degli obiettivi desiderati, ma anche portare ad un peggioramento della chiusura dei denti.
Sarà dunque premura dell’ortodontista indicare al paziente la corretta modalità d’uso, al fine di evitare il rischio di traumi a carico della parti molli del viso.

Odontoiatria dell'adulto

L’Ortodonzia dell’adulto è la branca dell’Odontoiatria che si occupa della posizione dei denti permanenti dove la crescita strutturale e cranio-facciale è terminata. L’obiettivo di tale disciplina è di:

  • Riallineare i denti per favorire una corretta igiene orale e per motivi estetici;
  • Ristabilire una corretta chiusura dei denti;
  • Modificare la forma del viso sia per motivi estetici che funzionali.

Oggi un numero sempre maggiore di pazienti viene dal dentista per migliorare la propria chiusura dei denti e/o per corregge il proprio sorriso grazie all’ortodonzia.
Gli adulti, a differenza dei bambini risultano più collaborativi in quanto mantengono un’igiene orale adeguata, sono puntuali e sono più inclini ai trattamenti di ortodonzia perché hanno ben chiaro l’obiettivo da raggiungere.
Tuttavia, l’ortodonzia dell’adulto è spesso complicata e richiede la collaborazione con professionisti di altre discipline, come la parodontologia, la protesi, l’endodonzia o la conservativa ecc.
Per esempio, se la scorretta chiusura dei denti è dovuta ad una malformazione delle ossa mascellari, l’ortodontista dovrà realizzare la terapia in collaborazione con il chirurgo specialista del distretto maxillo-facciale per intervenire in maniera risolutiva al problema.
Spesso arrivano allo studio ortodontico, pazienti che hanno visto i propri incisivi posizionati non correttamente e pensano che sia necessario un intervento ortodontico, ignorando però la presenza della malattia parodontale che è la causa del movimento dei denti: dunque sarà necessario prima un intervento parodontale e poi un trattamento ortodontico.

In alcuni casi, i denti dell’adulto possono essere distribuiti in maniera scorretta per l’applicazione di protesi fisse e rimovibili, oppure possono essere posizionati in modo da rendere la chiusura dei denti poco stabile. In questi casi, le terapie ortodontiche possono migliorare la situazione fino ad ottenere una distribuzione dei denti ottimale.
In altri casi invece, il trattamento ortodontico viene utilizzato solo per creare spazio: i denti sono disallineati per assenza di spazio; con il semplice movimento dentale verso la periferia, le estrazioni di denti specifici o attraverso la riduzione delle dimensioni di alcuni denti (stripping) si può ottenere un bel sorriso.

La correzione di una cattiva posizione dei denti è preceduta da un accurato studio del caso: dopo la raccolta di radiografie, fotografie, modelli in gesso, lo specialista ha modo di valutare in maniera approfondita le caratteristiche del problema, la tipologia facciale, le condizioni della dentatura e in base alle aspettative del paziente, individua il piano di trattamento migliore.

L’intervento di ortodonzia spesso consiste nell’utilizzo di un apparecchio fisso, costituito da una serie di “stelline” chiamate brackets incollati su ciascun dente. Ai brackets si applica un filo che determina il movimento dei denti. Tale filo è inizialmente più sottile ed elastico; successivamente, con il graduale allineamento dei denti, diventa più spesso e rigido. Spesso l’utilizzo dell’apparecchio viene accompagnato anche da strumenti fissi o rimovibili: per quest’ultimo caso, richiediamo al paziente di applicarli con costanza e secondo le modalità che indichiamo affinché la terapia abbia successo.

In linea generale, possiamo asserire che l’ortodonzia, in molti casi, risulta vantaggiosa: permette di ottenere un risultato finale migliore con meno perdite di denti, con costi minori e consente una migliore igiene orale.

Endodonzia

Curiamo le radici dei vostri denti per evitare il formarsi di granulomi (infezioni dell’osso) e interveniamo sulla loro asportazione in casi in cui si siano già formati.

Conservativa

La salute dei denti dei nostri pazienti è il nostro scopo principale.
Per questo prestiamo molta attenzione alla prevenzione, alla cura e alla ricostruzione estetica dei denti.

Protesi

Quando si presenta il problema della perdita di uno o più denti, diverse soluzioni ci permettono di recuperare estetica e funzionalità.

PROTESI MOBILE: se si presenta la perdita di più denti, può essere rimossa facilmente durante l’arco della giornata.

PONTE ADESIVO: permette un ottimo risultato estetico ed è utilizzata quando non è necessario ricorrere all’implantologia.

PONTE FISSO: consente di ripristinare un dente mancante in modo stabile, fissando il nuovo elemento ai denti contigui. Non è rimovibile.

Gnatologia

Quando la struttura ossea della bocca non è perfettamente in salute, può causare disturbi come il mal di testa e la cervicale.
Il nostro studio è in grado di risolvere problemi legati a questo tipo di patologie.

Igiene orale e prevenzione

Per mantenere un sorriso “in forma” è importante realizzare una seduta di igiene orale ogni sei mesi. I nostri medici vi consiglieranno su come mantenere il vostro sorriso naturale sano più a lungo.

Sbiancamenti dentali

Sbiancamento denti domiciliare

I ricercatori affermano che il trattamento al Perossido di Carbamide come agente sbiancante lascia lo smalto, “osservato al microscopio elettronico”, integro e con le superfici lisce.
La FDA (Food and Drug Administration U.S.A.) classifica il Perossido di Carbamide come “agente cosmetico” e conferma la sostanziale sicurezza di tale sostanza per uso dentale.
Il perossido di Carbamide è dunque un gel trasparente che sprigiona ossigeno penetrando nello smalto e riportando il colore dei denti al bianco.
I vantaggi di questo trattamento sono dunque nell’efficacia (risultati ottimali, duraturi e immediati), nei tempi ristretti (2 ore al gg per 3 settimane), nella sicurezza (indolore e non nocivo né per lo smalto né per le gengive).

Chi sceglie di fare il trattamento a casa, deve seguire attentamente alcuni passaggi

1. Lavare bene i denti e usare il filo interdentale prima di ogni applicazione.

2. Mettere una sottile striscia di gel sbiancante nelle mascherine personalizzate,create dal dentista sul calco delle proprie impronte dentarie.
Fare attenzione a non erogare una quantità eccessiva (Se si è sensibili al perossido, prima di inserire i vassoi, si consiglia di applicare un sottile strato di vaselina per le gengive adiacenti ai denti da sbiancare).

3. Al termine dei tempi di posa, togliere la mascherina, lavarla accuratamente, lavarsi i denti e risciacquare con colluttorio senza alcol.

Consultare il dentista in presenza di irritazioni, arrossamenti e dolore alle gengive. Conservare il gel ad una temperatura non superiore ai 23° C.

Radiologia dentale

Nella nostra struttura si effettuano esami radiologici con sistemi digitali di avanguardia a bassissima emissione di radiazioni. Questi ci permettono di avere immagini di altissima qualità su cui elaborare la terapia più adatta.

Sedazione cosciente

Lo studio Recchi 7, per realizzare interventi in completo relax del paziente sottoposto alle cure odontoiatriche può eseguire gli interventi stomatologici in sedazione cosciente

croce-sedazioneLa sedazione cosciente può essere fatta in due modi:

CON PROTOSSIDO D’AZOTO
Il protossito d’azoto consente di realizzare le terapie in completo relax e serenità, senza alcun effetto collaterale. È indicato per i bambini ed è molto apprezzato dagli adulti in caso di interventi chirurgici.

FARMACOLOGICO
Dove si ha la necessità è possibile utilizzare anche la sedazione farmacologica per via endovenosa.

(Il dott. Croce è anche specialista in anestesia e rianimazione)

Parodontologia

Il parodonto è l’insieme dell’osso e della gengiva che si trovano intorno al nostro dente. Questi elementi sono molto importanti per tener sani e in vita i denti. Hanno quindi bisogno di cure per rimanere sempre in salute.

Tag: odontoiatria Como, dentisti Como, odontoiatri Como, studi dentistici Como, Blevio, Brunate, Capiago Intimiano, Casnate con Bernate, Cernobbio, Chiasso (CH-TI), Grandate, Lipomo, Maslianico, Montano Lucino, San Fermo della Battaglia, Senna Comasco, Tavernerio, Torno, Vacallo

START TYPING AND PRESS ENTER TO SEARCH